Sogni ed emozioni

Le sue linee guida? Sensibilità, empatia, fantasia
…e ascoltare quella fanciullezza interiore, eterna.

Ha la certezza che il romanticismo si possa sposare con il realismo e così sogna.
Rischia, cade, si sbuccia le ginocchia, va oltre la paura e sogna ancora.

Va piano a volte, ma non si blocca mai perché si può anche inciampare, si, ma mai rinunciare.

Ha questa attitudine bambinesca, innocente, che vuole ancora crescere giocando, cercando sempre qualcosa di nuovo.

E ogni volta si butta a capofitto.
E ogni volta le sue emozioni sono forti, potenti, totalizzanti nel bene e nel male…

Ama i colori, la luce e si meraviglia ogni giorno della bellezza che c’è nelle cose semplici.

C’è una sottile linea di demarcazione che separa il semplice dal banale, che incombe su chiunque e su qualunque cosa.
Ma non è il suo caso e comunque non gli ha mai dato peso.

Perché piace quello che piace, punto.

Lo stile è l’espressione esterna di ciò che siamo nella vita, per questo desidera accessori che contengano tutti i suoi sogni, tutto il suo stupendo mondo.