Tutto e il contrario di tutto

A volte si vede un ruolo, un personaggio, ci si fa un’idea in base al contesto…ma chi è davvero?

La risposta è nelle sfaccettature. La moltitudine di facce che indossa rendono impossibile l’identificazione in una categoria, in una caratteristica.

È indipendente e con la concentrazione sempre su di se, ma anche altruista.

Ha sicurezza di se, della propria identità e non cerca qualcuno all’esterno per esistere, ma ha anche bisogno di amore, riconoscimento e sostegno.

È una persona evoluta o primitiva secondo l’umore.

Pensa sia importante conservare la propria unicità, ma anche renderla accettabile in alcuni contesti.

Sensuale e intellettuale, lupo e pastore. È perversione e dolcezza, serietà e follia.

Vive mostrando e nascondendo le sue pulsioni, i suoi drammi, le sua sfumature, in una continua altalena.

Integra la notte e il giorno in un equilibrio non sempre perfetto.

Come un prisma dalle facce connesse, va per la sua strada consapevole di quello che è, tutto e il suo contrario, procedendo anche nei momenti in cui teme il giudizio degli altri.

A volte si autodiagnostica disturbi da personalità multiple, altre volte pensa sia semplicemente così, inetichettabile.

Lo stile è l’espressione esterna di ciò che siamo nella vita, per questo ha bisogno di un accessorio che si adatti a tutte le sua molteplicità e che sia sempre al suo fianco.